#BNH100

Le interviste di #BNH100: Cassandra Raffaele

Le interviste di #BNH100: Cassandra Raffaele

bnhHQ

Bentornati, cervellini ballanti! Come anticipato la scorsa settimana durante #CervelliStonati, il programma radiofonico de Il Ballo Del Cervello, in onda la domenica dalle 16 alle 18 su Radio Stonata, #BNH100 cambia pelle: da oggi la rubrica sarà più ricca, ed ogni settimana ospiterà l’intervista di un artista musicale “brand new”.

Per inaugurare la versione 2.0 di #BNH100 abbiamo scelto una giovane e talentuosa promessa della musica cantautoriale italiana: Cassandra Raffaele.

Inutile nascondere che la maggior parte dei nostri lettori ti ricorderà per la tua esperienza ad X Factor nel 2010. Cosa porti di buono con te dal mondo dei talent?
“Mi porto nella mente, sicuramente, gli incontri e i rapporti umani nati là dentro: il confronto con una realtà di artisti ed autori che lavorano quotidianamente nei programmi, e poi quella strana sensazione di ‘essere in TV’ che ti dà la possibilità di arrivare in un nano secondo a casa di gente che nemmeno conosci.”

Pensi che avervi partecipato ti abbia, in qualche modo, chiuso alcune porte o bollato come semplice “concorrente di talent”?
“Sicuramente oggi chi fa un talent deve tenere conto di una grande bella fetta di pubblico e di addetti ai lavori che snobbano per partito preso, incuranti di quello che potrebbe essere il tuo percorso, il tuo contenuto. Non nascondo di avere avuto qualche difficoltà in tal senso ma solo all’inizio, soprattutto in alcuni contesti. In ogni caso, alla fine è il tempo che ti dà la possibilità, come una bilancia inesorabile, di pesare quello che sei e che hai da raccontare artisticamente. Se sei vuoto, scompari. Se hai la tua storia, resti e ti crei un tuo spazio. Io sono ancora qua!”

cassandra-raffaele-sesta-puntata-x-factor-4

Subito dopo la tua esperienza ad X Factor ti sei dedicata alla tua musica: ‘Cipria e Rossetto’, prodotto artisticamente da Mara Maionchi ed Alberto Salerno, riscosse un buon successo alle radio. Qualche retroscena del tuo lavoro con la Maionchi?
“Mara è stata un guru per me. Mi ha accompagnato e fatto conoscere un mondo a me totalmente sconosciuto, il mondo della discografia, che lei ha rappresentato per tanti anni. Tanti aneddoti, tante risate anche. Una frase sua che non dimenticherò mai: ‘Un artista prima di tutto deve autodeterminarsi’.”

Oggi, a 3 anni dal tuo esordio al grande pubblico, vanti già un palmares invidiabile: Finalista al Premio Bindi nel 2012, Vincitrice Musicultura 2013, Finalista Premio Fabrizio De André nel 2013. Insomma, un percorso cantautoriale, quello che hai intrapeso, piuttosto impegnativo. Cosa vuol dire per te essere “cantautore”?
“Essere un artigiano, costruirsi il proprio avvenire con le proprie mani, raccontando storie e condividendo emozioni con tutti, attraverso la musica.”

La settimana scorsa abbiamo presentato in #BNH100, e nel nostro spazio settimanale su Radio Stonata, il tuo nuovo singolo ‘Adesso Posso Dirti (Fottiti)’. Si tratta del secondo estratto dall’album ‘La Valigia Con Le Scarpe’. Parlaci un po’ di questo tuo lavoro primo.
“La valigia si è costruita da sé. Ho raccolto come una spugna, da storie, incontri, accadimenti, tutte le energie e gli input per scrivere le canzoni della valigia. E’ stato un lavoro costruttivo non solo fisico ma anche mentale. Ho imparato a conoscere meglio quello che volevo fare e a prendere consapevolezza dei miei limiti. Scrivere è stato come un viaggio, senza meta, ma necessario compierlo per ritrovarsi.”

Quali sono i tuoi artisti preferiti e quali quelli a cui ti ispiri?
“Adoro i Beatles, mia continua fucina d’ispirazione. Mi piacciono tanto anche i Goldfrapp e le voci calde del nu jazz e folk come Madaleine Peyroux, Zaz. In questo momento sono attratta dall’indie rock, Lissie, PJ Harvey. In generale, tutto cio ch’è bellezza artisticamente parlando, m’ispira.”

Visto che il nostro è un blog, qual è il tuo rapporto con tutto ciò che è 2.0? Che ne pensi delle webradio? E dei social?
“Ho un ottimo rapporto con i social. Grazie alle piattaforme web ho la possibilità di condividere e promuovere quello che sono. Le web radio sono poi il futuro e il presente del nuovo modo di approcciarsi alla vita, cioè attraverso i click. Grazie alla rete oggi, davvero, puoi relazionarti e conoscere realtà anche molto lontane da te. Che ben venga la rete. Ma sono un’ instancabile amante dei rapporti umani diretti. L’energia di un live e il calore della gente sotto al palco, anche se piccolo, vale piu’ di 1000 mi piace sotto un post.”

Ringraziamo Cassandra per l’intervista e ricordiamo che il suo album ‘La Valigia Con Le Scarpe‘ è disponibile in tutti i negozi di dischi ed in digital download su tutte le piattaforme.

Con tutti voi l’appuntamento, invece, è per domenica alle 16 su Radio Stonata con #CervelliStonati. Ospiteremo gli Audio Magazine, la band di Andrea Cardillo. Quindi, se avete domande per il gruppo potete anche lasciarle nei commenti all’articolo o sulla nostra pagina Facebook.

Renato Ferrara

Giugno 5th, 2014

No comments

Comments are closed.